Lista nozze o lista viaggio? Pro e contro di ognuna

20140828-152058.jpg

Sempre più spesso le coppie, quando decidono di convolare a nozze, già convivono e, avendo giá tutto il necessario per la casa, trovano poco utile fare la classica lista nozze, optando invece per la lista viaggio. Questo è stato proprio il mio caso, convivevamo già da qualche mese e ritenevo che il mio servizio piatti ikea fosse più che adeguato. Non sentivo la necessità di riempirmi casa di oggetti di valore che non avrei mai usato, per cui optammo per la lista in agenzia di viaggio. Lo rifarei? Forse, e vi spiego perché.

Se si opta per la lista viaggio dovrete affidarvi ad una agenzia. Certo, si potrebbe anche comunicare il numero di conto corrente personale e farsi versare li i soldi, ma onestamente lo trovavo poco elegante.
VANTAGGI:
1) si occupano loro della gestione dei soldi, di tenere il conto delle quote versate e delle questioni burocratiche.
2) soprattutto se optate per un viaggio ” particolare ” o che prevede molti spostamenti o servizi sono in grado di gestire il tutto e offrirvi proposte particolari.
3) non si aggiunge allo stress del matrimonio lo stress per l’organizzazione del viaggio.
4) forniscono assicurazione ed assistenza durante il viaggio.
5) l’agenzia a cui mi sono rivolta (cartorange) crea una pagina web in cui si può direttamente versare la quota e lasciare un messaggio agli sposi, con relativa spiegazione del viaggio e delle tappe scelte. (Arma a doppio taglio, negli svantaggi vi spiegherò perché).
6) se le quote avanzano ve le restituiscono entro un mesetto circa.
7) ti aggiornano con costanza sugli sviluppi.

SVANTAGGI:
1) programmare un viaggio in agenzia è più caro che farlo da soli.
2) il viaggio va preventivato in anticipo. Se ad esempio prenotate un viaggio da 10.000 euro ma poi raccogliete ” solo ” 8.000 euro vi toccherà versare la parte di soldi mancante. Questo, nel mio caso, ha limitato di parecchio la scelta del viaggio, per paura di non coprire le spese con le quote.
3) il viaggio va saldato con circa 15 giorni di anticipo rispetto alla partenza. Se, come me, partite appena dopo le nozze, significa che a quindici giorni dal matrimonio dovrete saldare (questo in linea di massima). Per esperienza, mia e delle persone che conosco, quasi nessun ospite versa così tanto tempo prima delle nozze. Credetemi, è un’enorme fonte di stress sapere che si ha un debito da saldare e nessuno sta versando le quote per farlo. Non è cattiveria, probabilmente le persone non pensano che bisogna saldare con anticipo. Conosco persone a cui hanno versato i soldi DOPO il matrimonio. Pensateci.
4) nella scelta dell’agenzia ho trovato meraviglioso che le persone potessero versare tramite internet o con bonifico, in qualsiasi parte di Italia si trovassero (utile per me che avevo parenti lontani). Nella realtà dei fatti la maggior parte delle persone ha preferito ricorrere alla solita busta il giorno delle nozze. Apprezzata comunque, ma fino al giorno delle nozze non sai di che morte devi morire (e in ogni caso hai già dovuto saldare il viaggio). Questo non riguarda solo i parenti ” anziani “, ci è successo anche con le persone più giovani.
5) la lista online ti permette di vedere chi versa e quanto versa quasi in tempo reale. O meglio, c’è un modulo in cui la persona versante scrive quanto verserà. Se però poi farà il versamento tramite bonifico finché non l’avrà effettuato quei soldi saranno solo ” virtuali”. Nel mio caso funzionava così. Tizio apriva il sito, compilava il modulo con nome, un messaggio e sceglieva la cifra da versare. Se optava per il bonifico gli veniva poi mostrato il numero di conto su cui farlo, altrimenti poteva pagare direttamente ma solo con carta di credito. Questo ha creato molta confusione, probabilmente perché pensavano che si potesse fare direttamente il bonifico e che avessero sbagliato qualcosa visto che compariva solo il numero di conto su cui farlo. Per questo motivo hanno ripetuto la procedura diverse volte, che venivano tutte registrate. Per sintetizzare a me risultava che tizio aveva fatto 4 versamenti mentre poi, nella realtà, ne aveva fatto solo uno. Questo crea confusione (e frustrazione).
6) in questo punto voglio essere davvero davvero sincera. Alcuni versano cifre discutibili. Ora, non sto a giudicare le possibilità economiche di ognuno ma, credetemi, queste quote super misere sono state ENORME fonte di stress. Non tutte lo erano, sia chiaro. Ma, lavorando coi matrimoni vi posso dire con certezza che ho sentito queste storie in ogni matrimonio. Ovviamente vi auguro che non sia mai il vostro caso, che tutti i vostri amici e parenti siano generosi, ma mettetelo in conto. Ognuno ha la sua idea di cifra giusta da versare, diciamo che il galateo prevederebbe che la quota coprisse quanto meno il costo del pranzo. Vi posso assicurare che, sia io che altre spose, abbiamo ricevuto da alcune persone molto molto molto meno. Questo significa che alcune persone non solo praticamente non vi hanno fatto il regalo ma, sono anche un costo. Certo, una persona la si invita perché la si vuole invitare, non vorrei sembrare cinica, ma un matrimonio è anche una spesa grande da affrontare e bisogna essere pragmatici. Ho sentito storie di ogni genere, delusioni prese da carissimi amici, non da sconosciuti. Il fatto di vedere i versamenti ” discutibili ” in tempo reale prima delle nozze o, peggio, vedere che non versano o versano all’ultimo può creare delusione, stress, ansia o peggio, incrinare dei rapporti.

Ho voluto esser proprio sincera in modo che possiate scegliere serenamente l’opzione migliore per voi. So bene che l’ultima cosa che uno si aspetta di ricevere in un matrimonio siano le delusioni ma, a quanto pare, fanno parte del pacchetto. Prima di prenotare un viaggio da 20.000 euro riflettete su quello che ho scritto.

QUINDI COSA SCEGLIERE?
Dipende. Da voi, dai vostri gusti, dalle vostre necessità. Potreste optare per un mix di lista nozze – lista viaggio, sfruttando la lista nozze per acquistare pezzi di design che desiderate da tanto, un elettrodomestico costoso, o qualche piccolo accessorio.
Eviterei la sola lista nozze perché comprereste solo gran servizi di piatti che poi non userete. Pensatela piuttosto come un’occasione per togliersi uno sfizio.
Oppure optate per oggettini piccoli, che userete davvero, ad esempio andando da Kasanova. Scegliete piccoli pezzi che possano essere la scelta giusta per la collega di lavoro che vuole farvi un regalo senza spendere molto (un conto è versare 20 euro, un altro spendere la stessa cifra per un servizio da tè che avete scelto voi stesse). Questo farà vivere meglio il ricevere regali ” piccoli ” e permetterà agli ospiti di scegliere l’opzione migliore per loro. La lista nozze, inoltre, permette che anche i conoscenti (magari non conoscenti vostri, ma della vostra famiglia) possano farvi un piccolo regalo a voi gradito. Non avendola, ho ricevuto i classici regali da matrimonio: ciotole in madreperla, cornici in argento, soprammobili vari e, onestamente, mi è davvero spiaciuto non aver scelto qualcosa che mi piacesse davvero, perché comunque queste persone hanno speso dei soldi per me, ma alcune cose proprio stonano con l’arredamento della casa e sono ancora inscatolate e inutilizzate.
Un’altra opzione è specificare che vi aspettate le buste. Semplici, classiche, utili. Scegliendo questa opzione eviterete ai parenti di dover versare o fare bonifici, a voi lo stress del vedere il conto che non cresce. Inoltre, così facendo, sceglierete il viaggio in base alle vostre reali possibilità di spesa.
Qualsiasi cosa scegliate ponderate bene, mettendo in conto anche le possibili delusioni ed essendo il più pragmatici possibili.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s